Ognuno sta triste i primi di giugno afflitto dai chili di troppo: ed è subito trattamento snellente.

[Questo post è offerto da Farmacia Igea]

Il primo giorno del mese di giugno ci fa sentire l’estate alle porte, se poi questo primo giorno del mese è anche lunedì, è d’obbligo partire con i buoni propositi e avviare un programma di restauro a tutto tondo, nella propria alimentazione, nel proprio aspetto, nei propri pensieri…nella propria vita.

Perché? Perché non so se capita anche a voi, ma ogni volta che penso all’estate, al mare, al viaggio l’immagine che mi viene in mente è quella di una cartolina che ritrae me in un fisico perfetto, la mia famiglia sorridente e spensierata, attorno a me la pace di un territorio affascinante e inesplorato. La realtà spesso è un’altra, affronterò i vari punti magari in un altro articolo, oggi voglio soffermarmi sul primo: fisico perfetto.

Se mi guardo allo specchio noto che il mio fisico non è affatto perfetto ma ricalca i segni evidenti di una gravidanza, di un anno di allattamento e di poco tempo per rimediare a entrambi.

Qualche tempo fa è diventato virale un post su Facebook (questo il link) di una mamma che, orgogliosa della forma ritrovata dopo aver avuto tre figli, ha mostrato il proprio fisico tracciato visibilmente dalle tre gravidanze con orgoglio della serie -ho le smagliature e me ne vanto-; questo post ha spaccato l’Italia in due: chi era d’accordo e chi invitava la signora a coprirsi.

Ci ho pensato e non riesco a schierarmi a favore della signora (neanche la inviterei a coprirsi) ma penso che potrei mostrare con lo stesso orgoglio un fisico che abbia cancellato i segni della mia gravidanza: ho mia figlia sempre con me e penso sia sufficiente come testimonianza!

L’anno scorso non sono riuscita a mettermi a dieta perché allattavo e mi sarei sentita in colpa se non fossi riuscita a portare avanti l’allattamento perché debilitata, quest’anno voglio riuscire nell’intento, anche se consapevole di essermi mossa un po’tardi.

È vero che l’avvento di giugno mi sta indicando di “darmi una mossa”, ma mi sono già attrezzata da qualche tempo con un programma mirato basato su un’alimentazione più sana, su più movimento e su un “aiutino”.

L’aiutino

Grazie a Farmacia Igea sono tester del cofanetto snellente anticellulite, non ho aspettato il completamento del trattamento per parlarvene perché ho pensato che, se interessate, mostrarvelo adesso potrebbe essere di aiuto nel caso voleste cominciare a usarlo anche voi prima dell’estate.

 

Cofanetto Puressentiel

È un trattamento pensato proprio per il target di persone che non ha tempo, voglia, opportunità di andare a farsi fare i massaggi in un centro estetico: quindi me.

L’idea è quella di riprodurre a casa propria la tecnica del massaggio palper-rouler, uno dei metodi più efficaci per aiutare a combattere la cellulite.

Vi spiego come funziona ma vi rimando al video per i dettagli; penso sia necessaria una spiegazione minima per chi come me quando ha visto per la prima volta questo cofanetto sui social si era fatta un’idea totalmente sbagliata del funzionamento; io pensavo che fosse una sorta di sturalavandini da applicare in zone specifiche e “stappare” con conseguente acutissimo dolore…invece non è niente di tutto ciò!

 

 

  1. Non si tratta di un sistema con “stappo” ma di uno scorrimento dolce della ventosa. Prima di applicare la ventosa, per facilitarne lo scivolamento, va vaporizzata una quantità sufficiente di olio, poi si massaggia per distribuirlo (la ventosa non si può utilizzare sulla pelle asciutta perché non scivolerebbe…potreste usarla solo come sturalavandino in quel caso)
  2. Poi si posiziona la ventosa sulla pelle e si premono i lati della cupola per espellere l’aria al suo interno, quindi rilasciare
  3. A questo punto per aspirazione la pelle risulta “risucchiata” e si forma una piega di pelle all’interno della ventosa
  4. Tenendo la ventosa per l’impugnatura rigida si può far scivolare sulla pelle e a questo punto comincia il massaggio; con la mano libera massaggiare la pelle subito dopo il passaggio della ventosa

Cofanetto Puressentiel_movimenti

Dopo un numero sufficiente di prove per poter definire un mio parere sul prodotto, ecco il mio pensiero.

Pro:

  • Il prodotto mi piace e avverto realmente la sensazione di un massaggio vero e proprio; l’utilizzo è molto semplice e bastano pochi minuti al giorno per avere risultati visibili
  • L’olio non unge, quindi si può tranquillamente applicare prima di andare a letto senza rischiare di macchiare tutto ciò che viene a contatto con la mia pelle
  • Non prevede un “isolamento” o una preparazione complessa, mi dedico al massaggio in soggiorno, magari mentre leggo un libro a mia figlia.
  • Rapporto qualità prezzo alto considerato che il cofanetto ha al suo interno due flaconi di olio ciascuno di 100 ml di prodotto

Contro:

  • Disporre di due ventose permetterebbe di lavorare in parallelo sulle gambe (mi rendo conto che però non avremmo mani libere per fare il massaggio :-)…ma è solo per ottimizzare il tempo)
  • L’impugnatura rigida che con cui si fa scivolare il prodotto sulla pelle sarebbe più gradevole se fosse “meno rigida”, un’impugnatura più ergonomica agevolerebbe il massaggio

 

Vi aggiornerò a ridosso della prima prova costume…nel frattempo raccontatemi di voi…come vi state preparando all’estate?

 

NOTE:

1. Questo articolo partecipa all’iniziativa Instamamm vuole anche te per la categoria Prova costume

2. Il sottotitolo è una libera interpretazione del capolavoro del grande Poeta Quasimodo in Ed è subito sera

Gallery
Write your comment here ...

Lascia una risposta

7 comments

  1. …poi facci sapere se ha funzionato
    Rispondi Edit
    1. Certo Franca, su Instagram potrai trovare update periodici! Baci!
      Rispondi Edit
  2. Ciao Vera
    Rispondi Edit
  3. Ciao Vera, anche io avevo pensato a un effetto “lividi leopardato”, da come descrivi invece mi sembra che si tratta di un piacevole “pattinaggio sul ghiaccio” ahaha credo che finirò per comprarlo . Bacio, Stella
    Rispondi Edit
    1. Fammi sapere poi cosa ne pensi, sono curiosa! :-) baci, Vera
      Rispondi Edit
  4. Ho seguito anche io il rumor creato dal post virale su FB, la penso un po’ come te e un po’ no perchè da una parte sono d’accordo che non è necessario conservare i segni di una gravidanza, dall’altra siamo mamme, quindi siamo giustificate ad aver subito qualche modifica nel nostro corpo! A prescindere da questo, mi ha molto incuriosito il sistema a ventosa…se davvero funziona è la scoperta del secolo!!! ahahahahah
    Rispondi Edit
    1. Ciao Carla, a mio avviso l’importante è essere in pace con il proprio aspetto, se siamo a nostro agio in un corpo che ha acquistato nuove forme che ben venga; è un peccato invece se ci si “accontenta” di una fisicità che non ci soddisfa perchè tanto abbiamo l’alibi di una appena trascorsa gravidanza.
      Rispondi Edit